Forum Basket
http://forum-basket.it/

Ciclismo
http://forum-basket.it/viewtopic.php?f=11&t=55
Pagina 256 di 263

Autore:  IsaiaPanduri [ 24/09/2017, 20:51 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

Che palle

Autore:  alè cessel [ 24/09/2017, 22:11 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

un plauso particolare ai norvegesi che stanno seduti su una montagna de petrolio e comprano l'attrezzatura pe fa le dirette dal cinese de piazza vittorio...

Autore:  IsaiaPanduri [ 24/09/2017, 22:17 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

Tanto n se semo persi niente.

Autore:  alè cessel [ 24/09/2017, 22:18 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

bryggen però :tantammore:

Autore:  Cubillas [ 30/11/2017, 8:45 ]
Oggetto del messaggio:  Ciclismo

il nuovo Giro sulla carta non mi dispiace, meteo permettendo.
Poi dipenderà dalla qualità dei partecipanti.

Autore:  amantino [ 30/11/2017, 11:21 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

anche a me piace molto.
Certo, mi aspetto parco velocisti del tipo Vuelta 2017....

Autore:  nugget91 [ 13/12/2017, 9:45 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

Froome parrebbe positivo ad un controllo alla Vuelta..

Autore:  mikkos [ 13/12/2017, 9:47 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

vabbeh al solito broncodilatatore, 3 mesi di squalifica e via! :hahaha:

Autore:  nugget91 [ 13/12/2017, 9:50 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

Stesso mio pensiero..

Autore:  amantino [ 13/12/2017, 11:04 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

classico "avevo l'asma, non era indicato sulla confezione/i medici hanno dimenticato di inviare il certificato" e passa la paura

Ciclismo e Sci Di fondo, gli sport con più alta % di asmatici

Autore:  the big sleep [ 13/12/2017, 13:39 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

Ma infatti la questione dell'asma è ridicola, io ho sofferto di asma da ragazzo e vi assicuro che non riesci a respirare da fermo, figurati farsi 200km in montagna.

Autore:  seanma [ 13/12/2017, 13:40 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

Che magnifico sport il ciclismo

Autore:  professorino [ 13/12/2017, 14:06 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

seanma ha scritto:
Che magnifico sport il ciclismo


Mai vai a cagare tu e il populismo con il solito dagli al ciclismo da gente che non segue un cazzo di questo sport...vai a cagare ripeto

Autore:  seanma [ 13/12/2017, 14:14 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

trovami uno sport con la stessa percentuale di 'beccati' (forse con l'atletica siamo lì, infatti non mi piace manco quella)

la mia ricetta l'ho già scritta tempo fa... ridurre al minimo le sostanze proibite, almeno evitiamo ste farse

tanto, come dicono quelli che ne capiscono, il doping ti fa arrivare da 99 a 100, non da 0 a 99, e quindi i valori generali si manterrebbero, con molta più onestà.

Autore:  professorino [ 13/12/2017, 14:19 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

Trovami un altro cristo di sport che ha i controlli come il ciclismo, trovamelo....

E non funziona come dici te, ma qua è stato affrontato mille volte questo discorso, perché il doping non è matematica visto che le varie sostanze non incidono alla stessa maniera per tutti i ciclisti che ne fanno uso visto che il corpo di ciascuno di noi reagisce diversamente ai vari tipi di sostanza e al loro quantitativo

Autore:  jjredick [ 13/12/2017, 14:23 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

Nibali vincerebbe la vuelta stile inter di cartone?

Autore:  seanma [ 13/12/2017, 14:27 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

è un cane che si morde la coda

se i controlli a tappeto ci sono (come nell'atletica) è xchè lungo gli anni chi doveva vigilare ha finalmente mangiato la foglia... come nel nuoto, dove prima potevi fare quello che volevi, e adesso coi primi grossi nomi saltati fuori (park sun ecc) la vita si è fatta più dura per tutti coloro che vogliono barare e l'awareness del problema è diventata globale

Autore:  Andrea il Vecchio [ 15/12/2017, 20:35 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

Il ciclismo resta cmq, al pari dell'atletica, uno sport affascinante e divertente.
Resta il fatto che da anni, ormai, ho smesso di credere ai risultati

Autore:  seanma [ 19/12/2017, 18:13 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

Spoiler:
Meno corse e sponsor: in fuga dal ciclismo, sport dei sospetti
18 Dicembre 2017
Il caso Froome riapre il dibattito sulla credibilità di un movimento senza pace. L'Italia non ha più squadre né investitori, 25 gare storiche cancellate, 200 corridori disoccupati, il Giro senza certezze su iscritti e sul via da Israele. Radiografia di un mondo in crisi di identità

di COSIMO CITO
Condividi
Non tutti i dopati sono ciclisti, né tutti i ciclisti sono dopati. La lista dei corridori sospesi, quella dei rinviati a giudizio dall'Uci, raccoglie diciassette nomi in tutto, lo 0,4% del totale. Le sentenze passate in giudicato sono 81. Chris Froome, l'ultimo dei grandi finiti nella polvere, non compare in nessuna delle due liste. Non è stato sospeso, il suo caso non lo prevede. Servirà uno studio sulla positività al salbutamolo riscontrata all'ultima Vuelta. Dovrà occuparsene un laboratorio. Lui si è dichiarato "in una situazione orribile" ma continua ad allenarsi, alla ricerca di una pace che il suo sport continua a non avere e, forse, a non meritare. Questa che raccontiamo è una storia nera, una discesa a tomba aperta nel Maelstrom tra dopati veri e presunti, sponsor in fuga, corse che muoiono, tifosi disamorati, lotte tra poteri e bande. E laggiù, visibile, c'è il fondo. C'è la fine di tutto.

Proprio ieri il Movimento per un ciclismo credibile, che riunisce 7 team del circuito mondiale e l'86% dei corridori della categoria Pro-Continental, ha chiesto a Sky, che non fa parte del club, di sospendere per motivi etici Froome. È una questione di principio inaccettabile per un team abituato a dettare le regole, non a subirle. Il direttore del Giro Mauro Vegni ha chiesto all'Uci di "fare presto, non vogliamo un altro caso Contador". Froome è la stella designata del prossimo Giro, ma niente è più sicuro: se Froome ci sarà, se il Giro a maggio partirà da Gerusalemme, considerata la situazione politica in Terra Santa e le proteste intorno alle bici (balla un investimento israeliano da oltre 10 milioni), quali saranno gli avversari di Froome, ora che Nibali e forse anche Aru si sono tirati fuori. Non perché cannibalizzati dall'inglese, solo perché il Tour "è meglio per tutti", come raccontava Beppe Saronni a Repubblica pochi giorni fa. Meglio per gli sponsor, per la visibilità, per i team. Nella Serie A del ciclismo dal 2017 non ci sono più squadre italiane. I soldi per far correre gli italiani vengono dagli Emirati, dal Bahrain, e se il Tour rappresenta il 70% della visibilità per l'intero anno, allora è meglio andare a lottare per il giallo.

Il sistema
Il noumeno kantiano dello scandalo Froome, la cosa in sé, il cuore della verità che si dipana dai raggi della bici del corridore anglo-kenyano, va assai al di là della responsabilità dello stesso Froome e di Sky. Per l'ennesima volta dal 1998 a rischiare non è un corridore ma un intero sistema. Non era mai accaduto prima in altri sport: mai il doping o qualche evento altrettanto devastante ne avevano messo in discussione i capisaldi, la tenuta, l'intera struttura. L'azienda ciclismo, con i marchi che la compongono, le famiglie che ha dentro, gli interessi, la sua microeconomia, un sistema da quasi 1 miliardo di euro, potrebbe improvvisamente avere il suo momento Kodak.

Ma cos'è il ciclismo, oggi? Non è quello di ieri, quello degli anni Novanta. È molto peggio. Sotto due aspetti. Quello economico: il World Tour, con il suo sistema a 18 squadre, ha mondializzato la bici ma l'ha anche divorata. L'aspetto più evidente di questa idea di progresso senza sviluppo è la scomparsa di gare. Il fenomeno lo racconta Adriano Amici, presidente del Gs Emilia: "Subito dietro Aso ed Rcs, ci sono i piccoli organizzatori, come noi. Quest'anno abbiamo cancellato il Gp Costa degli Etruschi, la gara d'inizio della stagione. Era in perdita da cinque anni. Una corsa da 100mila euro di spesa in perdita. Non avevamo più il sostegno degli enti locali. Negli ultimi 10 anni sono saltate dal calendario italiano 25 corse storiche. Una marea quelle tagliate dai calendari giovanili, più di 100. Perché? I Comuni non ritengono che il ciclismo sia un investimento. Preferiscono dirottare i loro soldi altrove. Facile capire perché". Chiudono le corse, chiudono le squadre. Quelle che restano hanno bisogno di risultati. Chi non ne porta, non dura più di un anno. A fine 2017 resteranno a piedi oltre 200 corridori. Uno di loro è Francesco Manuel Bongiorno: "Sono finito in un buco nero, devo rimboccarmi le maniche e iniziare a valutare offerte di lavoro, la vita incombe". La sua è una vicenda amarissima: in fuga sullo Zoncolan al Giro 2014, fu spinto maldestramente da uno spettatore e perse la tappa. Sarebbe bastata quella vittoria, quella sola, per una carriera in discesa.

La credibilità
Durante la scorsa primavera un libro, edito in Italia con il titolo "Io sono il ciclista mascherato" meglio di altri ha raccontato la vita dei corridori. L'ha scritto l'ex allenatore della Festina Antoine Vayer. Racconta il doping sofisticato, cammuffato, la fine dell'Epo e l'avvento di principi di allenamento legittimi e sospetti. "Oggi si dice: sleeping high, training low" racconta Vayer, "dormi in altura, allenati in pianura. Si cerca di alterare naturalmente l'ossigenazione del sangue durante i ritiri, si corre poco e si sta sempre oltre i 2000 metri: ha iniziato, nemmeno a dirlo, Sky. E poi le microdosi. E poi le autorizzazioni mediche facili. E infine gli ansiolitici, i farmaci per la depressione, per il sonno. La farmacia è sempre aperta, non fatevi illusioni". Ciò che si contesta a Sky è, anche, l'uso estremo della tecnologia: i misuratori di potenza, che molti non vorrebbero più a bordo delle bici. In più, i dubbi sull'uso di motorini nelle bici. Dalla scoperta del primo, dentro il telaio della belga Van den Driessche al Mondiale jrs di ciclocross 2016, si è arrivati a una guerra serrata con colpi maldestri e nessuna vittima. Ma ritiene l'ingegnere ungherese Stefano Varjas che li ha inventati, "è una guerra che l'Uci non potrà mai vincere". Se questo è uno sport. - (1. continua)

Autore:  Andrea il Vecchio [ 21/12/2017, 17:03 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Ciclismo

perchè l'hai messo sotto spoiler? Paura di ritorsioni?
A me interessa

Pagina 256 di 263 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/