Forum Basket

repubblica delle banane
Oggi è 14/12/2019, 19:07

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22625 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 1128, 1129, 1130, 1131, 1132  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 0:00 
Non connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 42989
gabhorror ha scritto:
Onestamente ai miei occhi la negazione della trattativa del precedente governo da parte della Lega fa tenerezza, ma avranno i loro buoni motivi per farlo


le argomentazioni alla Scanzi :hahaha: :hahaha: :hahaha: :hahaha:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 9:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 12:28
Messaggi: 18199
:hahaha:

Rido anche io, dubito fortemente che la lega non sapesse a che punto fossero i negoziati per il MES e la sua esistenza (e l'implicita mutualità dello strumento).
Poi ogni elettore trae le sue conclusioni, se é legittimo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 9:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 21:00
Messaggi: 30009
Località: Roma
La Lega sapeva, cionondimeno il mes che tu definisci di buon senso è stato aspramente criticato anche da Bankitalia, Abi e altri noti organismi socialisti o sovranisti.

La fai un po' semplice, gab.

_________________
Like most liberals, I will do anything for the working classes, anything - apart from mix with them.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 9:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 12:28
Messaggi: 18199
Concettualmente penso che darsi delle regole condivise per sostenere potenziali crisi future sia una buona idea. Se butti giù delle procedure condivise a bocce ferme, quando poi c'è casino hai una traccia da seguire e fai meno casino.
Partendo dal presupposto che questo sia l'impianto sovranazionale in cui ci dobbiamo muovere.
Se invece non è questo, chi non lo vuole ha l'onere di scardinarlo (e io personalmente non sono necessariamente in disaccordo).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 9:58 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/10/2011, 18:51
Messaggi: 8091
Stamattina Salvini a Radio24 ha ribadito che NESSUNO gli aveva sottoposto il trattato.

_________________
Fino alla fine...

F. Buffa su Twitter: @buffa_federico: Su Kobe Bryant... Quest'uomo ha fatto cose che noi umani abbiamo avuto soltanto la fortuna di poter osservare.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 10:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 12:28
Messaggi: 18199
Dappertutto c'è scritto che i negoziati si sono chiusi a giugno 19, tant'è che sembra che gli altri paesi non vogliano riaprire le trattative.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 11:19 
Non connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 42989
gabhorror ha scritto:
Dappertutto c'è scritto che i negoziati si sono chiusi a giugno 19, tant'è che sembra che gli altri paesi non vogliano riaprire le trattative.


Ascolterei intervento Bagnai a riguardo


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 11:28 
Non connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 42989
Intanto Unicredit nel nuovo piano industriale quanti esuberi c'ha?
Ma sticazzi pensiamo al MES
Apposto


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 11:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 13:35
Messaggi: 29549
che dice bagnai?

_________________
:mooning:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 11:32 
Non connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 42989
Non lo trovo in rete intero ma se cerchi su Twitter lo trovi a pezzi


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 12:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 11:54
Messaggi: 9582
Località: Terra dei piccoli laghi
Dallo stenografico del Senato
Cita:
Signor Presidente, le esprimo la mia gratitudine per aver voluto, con questa informativa, tutelare il ruolo del Parlamento. Ringrazio anche il Presidente del Consiglio per la solerzia con la quale mi ha citato nelle sue due informative fotocopia. Io parlerò a braccio, un po' perché me lo posso permettere (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az), non avendo altro da portare in questo dibattito che le memorie un po' amare, ma sincere, dell'esperienza in cui mi sono trovato ad assisterla nella sua azione di Governo, e un po' anche perché, parlando a braccio, si evitano degli incidenti in un terreno così scivoloso. Per esempio la informo - ma lei, che è uomo di mondo, non ne avrà bisogno - che, mentre parlava, ben due consiglieri economici di Macron, Shahin Vallée e Jean Pisani-Ferry (uno risalente e uno attuale), si sono espressi contro il MES. Quindi va a finire che di questo MES, che lei tanto strenuamente difende, resterà l'ultimo difensore, l'ultimo giapponese dietro un MES oggettivamente vuoto. (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az).

E non stupisce che sia qui lei a difendere questo MES, perché c'è un qualche cosa che accomuna questo destino tragico del MES al suo: è il destino tragico di essere cose che, quando arriva una crisi, poi non servono. Questo è il punto fondamentale. (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az). Che lei non serva lo stiamo vedendo qui e lo testimonia il deserto (felix deserto) nei banchi della maggioranza.

MIRABELLI (PD). Siete usciti tutti fino ad ora, ma di cosa parli?

BAGNAI (L-SP-PSd'Az). Che il MES non serva lo attesta banalmente il fatto - non voglio tediarla con dettagli tecnici - che, quando ci sarà una crisi, il MES non servirà. Ci sarà bisogno della BCE, che interverrà come backstop; lo farà e quindi è inutile adesso soffermarsi sui dettagli (non la tedio).

Sì, io ho applaudito quello che il presidente Conte ha detto, perché ho creduto, come hanno creduto tanti colleghi qua dentro, alla possibilità di avere un cambiamento. Il cambiamento sarebbe semplicemente stato avere un'interlocuzione seria e autorevole con l'Europa; tale interlocuzione, per essere seria e autorevole, avrebbe dovuto essere partecipata. Non posso applaudire quello che il presidente Conte ha fatto e a me dispiace che la nostra correttezza nel sostenerla, anche accettando di rappresentare in modo riservato le nostre posizioni, che erano - come lei sa, anche se finge di non saperlo - di dissenso verso questa riforma, sia adesso utilizzata verso di noi per screditarci e per dire che eravamo tutti d'accordo.

Presidente Conte, lei dovrebbe scegliere meglio i suoi avversari (è la dote del grande stratega) o almeno i suoi collaboratori (che è la dote di qualsiasi manager). Parliamo dei suoi collaboratori e dei suoi amici. L'allarme l'ha suscitato il presidente Visco. Bella riconoscenza per chi era venuto qui a difendere l'oro della Banca d'Italia: evidentemente qualcosa non ha funzionato. La chiusura dell'accordo è stata annunciata dall'attuale Ministro dell'economia, dimostrando come non fosse vero che lei ha rispettato il mandato di non prendere determinazioni definitive (ricordo bene quelle parole, perché siamo stati io, lei e il ministro Fraccaro a trovarle, nel suo studio a Palazzo Chigi). (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az).

Che lei abbia tradito quel mandato ce l'ha detto il ministro Gualtieri. Non è alto tradimento; quando ho studiato diritto, mi hanno insegnato che quella fattispecie riguarda solo il Capo dello Stato. Ma è una cosa che è andata come non doveva andare e lo confermano anche fonti dell'Eurogruppo, che dicono che l'accordo è concluso. Ma l'accordo è concluso o no?

Mi rivolgo a tutti gli italiani in questa sede: ma come possiamo accettare di stare in un sistema, all'interno del quale non è possibile capire quando un accordo così rilevante per la nostra vita è effettivamente concluso o no? Scusate se mi accaloro, mi calmo subito. (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az).

Che nel Consiglio dei ministri non vi sia stata adeguata discussione l'ha detto Tria; che vi sia stata tutta questa condivisione da parte sua lo smentisce un dato di fatto banale: da dicembre a luglio, mentre si svolgeva questa vicenda, lei ha tenuto gelosamente per sé le competenze degli affari europei, rilasciandole solo alla conclusione-non conclusione dell'accordo.

FERRARI (PD). Ha finito il tempo, signor Presidente. Siamo a quattro minuti.

BAGNAI (L-SP-PSd'Az). Le confesso una cosa: anch'io le sono stato infedele, perché anch'io non le ho riportato qualcosa. Si ricorda ad esempio quando, nella riunione del 14 maggio che lei ha citato, lei dette, su impulso del ministro Fraccaro...

PRESIDENTE. Concluda, senatore.

BAGNAI (L-SP-PSd'Az). Concludo. Su impulso del ministro Fraccaro, lei dette a me e a Fraccaro l'incarico di andare dal direttore del Tesoro per vedere il testo. Io ci andai, poi, il 30 maggio. Sa cosa fece il direttore del Tesoro? Mi disse che, siccome quello era un testo discusso all'Eurogruppo, non poteva farmelo vedere, mi oppose il segreto. (Commenti dal Gruppo PD).

Allora io, invece di ragionare in punta di diritto e opporgli il comma 7 dell'articolo 4 della legge n. 234 del 2012, che dice che nell'informativa verso il Parlamento il segreto non vale, feci un gran sorriso e dissi che nel mio mondo ideale sarebbe stato un ministro, così avrebbe... (Il microfono si disattiva automaticamente). Mi consenta di concludere.

Così io non avrei bisogno di verificare la mia linea politica con lei e lei sarebbe responsabile politicamente. Qui è mancata la responsabilità politica. Questo lei non poteva saperlo.

Ma sicuramente non può non sapere di quando io, Garavaglia, Castelli e un quidam de populo che non nomino siamo stati rinchiusi in una stanza a Palazzo Chigi, il giorno prima dell'Eurogruppo, a vedere un testo con le parentesi quadre ancora non risolte, con un attonito Capo di Gabinetto degradato a livello di bidello di scuola materna, che doveva controllare che non prendessimo appunti, che non fotografassimo e che non comunicassimo con l'esterno. Questa è la condivisione che lei ha avuto con noi. (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az. Commenti dal Gruppo PD).

FERRARI (PD). Sono tre minuti che è finito il tempo!

PRESIDENTE. Concluda, senatore Bagnai.

BAGNAI (L-SP-PSd'Az). Visto che il testo non l'ha voluto condividere, le chiedo, con grande serenità, visto che lei ha problemi più grandi del Gruppo Lega (lei ora ha "Le Iene" come problema), perché non ci racconta qualcosa del suo conflitto di interessi, del quale ora si stanno occupando "Le Iene"? Quello sarebbe un altro tema sul quale mi interesserebbe sapere la sua opinione. (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az. Congratulazioni. Commenti dal Gruppo PD).

_________________
Perchè tanto odio?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 15:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 12:28
Messaggi: 18199
Rasheed ha scritto:
Intanto Unicredit nel nuovo piano industriale quanti esuberi c'ha?
Ma sticazzi pensiamo al MES
Apposto

Rashone, qui almeno su FB, si è sempre parlato di cose poco rilevanti che poi avevano grandi conseguenza. Probabilmente tra intesa e unicredit e chissà quante altre banche saremo in tripla cifra di piani industriali che hanno il contenimento dei costi diretti come punto 1, 2 e 3 del piano industriale. Un po' perchè le banche tradizionali hanno fatto e stanno tuttora facendo fatica ad adeguarsi al mercato (mi ricordo il professore di intermediari finanziari che denunciava come in Italia ci fosse il rapporto più alto d'europa in termini di mq per persona impiegata in banche...) , un po' perchè le banche tradizionali sono state parastatali per una cinquantina d'anni con la conseguenza di essere strumenti di occupazione solidale.
I nodi stanno venendo al pettine e ovviamente sulla pellaccia dei lavoratori (che si saranno anche accorti di non avere tanto da fare, ma tutto sommato gli faceva comodo) e non su quella degli amministratori passati che si sono ingrassati abbastanza da mantenere decine di generazioni.

Detto questo starei tranquillo perchè Patuanelli ha detto che sul suo tavolo ci sono più di cento dossier di imprese in crisi e ci penserà lui :saggio:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 15:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 12:28
Messaggi: 18199
Rush ha scritto:
Dallo stenografico del Senato
Cita:
Signor Presidente, le esprimo la mia gratitudine per aver voluto, con questa informativa, tutelare il ruolo del Parlamento. Ringrazio anche il Presidente del Consiglio per la solerzia con la quale mi ha citato nelle sue due informative fotocopia. Io parlerò a braccio, un po' perché me lo posso permettere (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az), non avendo altro da portare in questo dibattito che le memorie un po' amare, ma sincere, dell'esperienza in cui mi sono trovato ad assisterla nella sua azione di Governo, e un po' anche perché, parlando a braccio, si evitano degli incidenti in un terreno così scivoloso. Per esempio la informo - ma lei, che è uomo di mondo, non ne avrà bisogno - che, mentre parlava, ben due consiglieri economici di Macron, Shahin Vallée e Jean Pisani-Ferry (uno risalente e uno attuale), si sono espressi contro il MES. Quindi va a finire che di questo MES, che lei tanto strenuamente difende, resterà l'ultimo difensore, l'ultimo giapponese dietro un MES oggettivamente vuoto. (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az).

E non stupisce che sia qui lei a difendere questo MES, perché c'è un qualche cosa che accomuna questo destino tragico del MES al suo: è il destino tragico di essere cose che, quando arriva una crisi, poi non servono. Questo è il punto fondamentale. (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az). Che lei non serva lo stiamo vedendo qui e lo testimonia il deserto (felix deserto) nei banchi della maggioranza.

MIRABELLI (PD). Siete usciti tutti fino ad ora, ma di cosa parli?

BAGNAI (L-SP-PSd'Az). Che il MES non serva lo attesta banalmente il fatto - non voglio tediarla con dettagli tecnici - che, quando ci sarà una crisi, il MES non servirà. Ci sarà bisogno della BCE, che interverrà come backstop; lo farà e quindi è inutile adesso soffermarsi sui dettagli (non la tedio).

Sì, io ho applaudito quello che il presidente Conte ha detto, perché ho creduto, come hanno creduto tanti colleghi qua dentro, alla possibilità di avere un cambiamento. Il cambiamento sarebbe semplicemente stato avere un'interlocuzione seria e autorevole con l'Europa; tale interlocuzione, per essere seria e autorevole, avrebbe dovuto essere partecipata. Non posso applaudire quello che il presidente Conte ha fatto e a me dispiace che la nostra correttezza nel sostenerla, anche accettando di rappresentare in modo riservato le nostre posizioni, che erano - come lei sa, anche se finge di non saperlo - di dissenso verso questa riforma, sia adesso utilizzata verso di noi per screditarci e per dire che eravamo tutti d'accordo.

Presidente Conte, lei dovrebbe scegliere meglio i suoi avversari (è la dote del grande stratega) o almeno i suoi collaboratori (che è la dote di qualsiasi manager). Parliamo dei suoi collaboratori e dei suoi amici. L'allarme l'ha suscitato il presidente Visco. Bella riconoscenza per chi era venuto qui a difendere l'oro della Banca d'Italia: evidentemente qualcosa non ha funzionato. La chiusura dell'accordo è stata annunciata dall'attuale Ministro dell'economia, dimostrando come non fosse vero che lei ha rispettato il mandato di non prendere determinazioni definitive (ricordo bene quelle parole, perché siamo stati io, lei e il ministro Fraccaro a trovarle, nel suo studio a Palazzo Chigi). (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az).

Che lei abbia tradito quel mandato ce l'ha detto il ministro Gualtieri. Non è alto tradimento; quando ho studiato diritto, mi hanno insegnato che quella fattispecie riguarda solo il Capo dello Stato. Ma è una cosa che è andata come non doveva andare e lo confermano anche fonti dell'Eurogruppo, che dicono che l'accordo è concluso. Ma l'accordo è concluso o no?

Mi rivolgo a tutti gli italiani in questa sede: ma come possiamo accettare di stare in un sistema, all'interno del quale non è possibile capire quando un accordo così rilevante per la nostra vita è effettivamente concluso o no? Scusate se mi accaloro, mi calmo subito. (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az).

Che nel Consiglio dei ministri non vi sia stata adeguata discussione l'ha detto Tria; che vi sia stata tutta questa condivisione da parte sua lo smentisce un dato di fatto banale: da dicembre a luglio, mentre si svolgeva questa vicenda, lei ha tenuto gelosamente per sé le competenze degli affari europei, rilasciandole solo alla conclusione-non conclusione dell'accordo.

FERRARI (PD). Ha finito il tempo, signor Presidente. Siamo a quattro minuti.

BAGNAI (L-SP-PSd'Az). Le confesso una cosa: anch'io le sono stato infedele, perché anch'io non le ho riportato qualcosa. Si ricorda ad esempio quando, nella riunione del 14 maggio che lei ha citato, lei dette, su impulso del ministro Fraccaro...

PRESIDENTE. Concluda, senatore.

BAGNAI (L-SP-PSd'Az). Concludo. Su impulso del ministro Fraccaro, lei dette a me e a Fraccaro l'incarico di andare dal direttore del Tesoro per vedere il testo. Io ci andai, poi, il 30 maggio. Sa cosa fece il direttore del Tesoro? Mi disse che, siccome quello era un testo discusso all'Eurogruppo, non poteva farmelo vedere, mi oppose il segreto. (Commenti dal Gruppo PD).

Allora io, invece di ragionare in punta di diritto e opporgli il comma 7 dell'articolo 4 della legge n. 234 del 2012, che dice che nell'informativa verso il Parlamento il segreto non vale, feci un gran sorriso e dissi che nel mio mondo ideale sarebbe stato un ministro, così avrebbe... (Il microfono si disattiva automaticamente). Mi consenta di concludere.

Così io non avrei bisogno di verificare la mia linea politica con lei e lei sarebbe responsabile politicamente. Qui è mancata la responsabilità politica. Questo lei non poteva saperlo.

Ma sicuramente non può non sapere di quando io, Garavaglia, Castelli e un quidam de populo che non nomino siamo stati rinchiusi in una stanza a Palazzo Chigi, il giorno prima dell'Eurogruppo, a vedere un testo con le parentesi quadre ancora non risolte, con un attonito Capo di Gabinetto degradato a livello di bidello di scuola materna, che doveva controllare che non prendessimo appunti, che non fotografassimo e che non comunicassimo con l'esterno. Questa è la condivisione che lei ha avuto con noi. (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az. Commenti dal Gruppo PD).

FERRARI (PD). Sono tre minuti che è finito il tempo!

PRESIDENTE. Concluda, senatore Bagnai.

BAGNAI (L-SP-PSd'Az). Visto che il testo non l'ha voluto condividere, le chiedo, con grande serenità, visto che lei ha problemi più grandi del Gruppo Lega (lei ora ha "Le Iene" come problema), perché non ci racconta qualcosa del suo conflitto di interessi, del quale ora si stanno occupando "Le Iene"? Quello sarebbe un altro tema sul quale mi interesserebbe sapere la sua opinione. (Applausi dal Gruppo L-SP-PSd'Az. Congratulazioni. Commenti dal Gruppo PD).

Insomma Conte viene fuori come una specie di dittatore soggiocato dall'elite franco-germanica e i leghisti come i soldati che seguono il loro generale senza denunciare nulla per il bene della squadra. :pippotto:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 15:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 21:00
Messaggi: 30009
Località: Roma
Il problema è che siamo incudine tra due martelli: quello di chi per non fare la figuraccia del provinciale zotico firmerebbe qualsiasi cosa di provenienza unionale e quello di chi vota e firma qualsiasi cosa di provenienza unionale, come hanno sempre fatto i cosiddetti sovranisti, facendo caciara, situazionismo, folklore e un po' pena.

Poi ci stanno i 5s che si appiattiscono pedissequamente sulle posizioni dell'alleato di turno.

In questo frullato di servilismo, abdicazione della politica al cospetto della "tecnica" e del buonsenso internazionale, almeno c'è una novità rispetto alla prassi: sappiamo che sta per essere firmato un trattato, mentre solitamente queste cose finiscono sui giornali dietro ai girotondi, alle sardine, ai forconi e ai gilet arancioni.

Sposta un cazzo, sia chiaro.

_________________
Like most liberals, I will do anything for the working classes, anything - apart from mix with them.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 18:15 
Non connesso

Iscritto il: 07/10/2011, 11:20
Messaggi: 7978
Il MES è ignobile


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 03/12/2019, 23:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01/01/2017, 23:16
Messaggi: 3101
Amedeo Minghi in Senato :tantammore:

_________________
Greatness waits for those who try


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 04/12/2019, 8:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 12:28
Messaggi: 18199
Rasheed ha scritto:
mi concentrerei su altro sinceramente...

visto che parliamo sempre di "all'estero certe cose non sarebbero permesse..."...domani esce una cosa in TV che all'estero porterebbe a serie ripercussioni sul Governo...tranne in Paesi poco democratici

Reazioni al servizio delle Iene?
Sul corriere trafiletto (come immaginavo).


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 04/12/2019, 11:53 
Non connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 42989
Che reazioni vuoi
Sta al governo coi buoni...

Fosse ancora il Premier di Salvini sarebbe prima notizia ovunque


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 04/12/2019, 13:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01/01/2017, 23:16
Messaggi: 3101
Quello di cui hanno parlato le Iene ieri si sa da un mese minimo, ricordo un servizio di Quarta Repubblica in merito che non si cagò nessuno

_________________
Greatness waits for those who try


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Il Teatrino della Politica (cit.)
MessaggioInviato: 04/12/2019, 13:38 
Non connesso

Iscritto il: 15/02/2016, 12:37
Messaggi: 1732
Leggevo che il nuovo MES é praticamente il vecchio MES ma con le linee guida, quindi il rispettare certi parametri di bilancio e determinate condizioni per accedere ai prestiti, spostate nei trattati.

Quindi alla fine non cambia nulla?

Inoltre non ci sono 3 tipi di prestiti e solo quelli per i casi meno gravi sarebbero preclusi all'italia (manco francia e germanoa ci possono accedere avevo letto


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 22625 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 1128, 1129, 1130, 1131, 1132  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010