Forum Basket

repubblica delle banane
Oggi è 20/01/2018, 16:33

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3134 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 152, 153, 154, 155, 156, 157  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 11:05 
Connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 37452
Sono andato a dormire ieri sera... :asd:
Comunque,devo un post a Zar...

la mia idea...che può essere tranquillamente sbagliata,non faccio fatica ad ammetterlo con chi non blobba tanto per pigliare per il culo(cfr.tanti...)o ti accusa di avere opinioni per partito preso(cfr.Loki,ma vabbè...)...tanto per fare esempi,ho riconosciuto a Zero il giorno dopo l'elezione di Trump che ci aveva preso più di tutti noi da mesi prima che andassero al voto...non è minimamente un problema
anche tu Zar hai idee diversissime dalle mie,qua sopra si discute sempre tranquillamente

Trump,come detto,ha avuto sul Partito Repubblicano l'effetto del risultato ai Mondiali 2002 della Nazionale Tedesca:polvere sotto al tappetto...
la Nazionale era in difficoltà e un grande risultato(come l'elezione di Trump)in una competizione con avversario attaccabile e molto debole(Hillary come il field delle avversarie tedesche nel 2002,quando per vari motivi le vere favorite non arrivarono oltre i Quarti tolto il Brasile)non fece che rimandare la crisi di un movimento che era già in atto da anni...ma che per loro fortuna avevano già cominciato ad affrontare(al contrario del Partito Repubblicano)

Trump ha scalato da esterno un partito che non riesce più a produrre classe dirigente di un certo livello...riprova ne è il fatto che i due precedenti candidati contro Obama erano stati McCain e Romney,ovvero due candidati che si erano mostrati tutt'altro che forti in precedenti elezioni primarie ma che erano venuti fuori per la totale assenza di nuovi avversari credibili da opporgli...
tanto per dire,l'esatto opposto di Reagan,che quando non aveva vinto le primarie si era comunque imposto con forza come il futuro del Partito(e infatti...)
in questo contesto,non ci si può aspettare che a livello politico producano risultati eccezionali...è da quando hanno affossato Trump nel tentativo di abolizione della Riforma Sanitaria che anche a livello parlamentare non ne azzeccano una...
è circa un anno(forse di più)che,come detto,scrivo che perderanno le elezioni di mediotermine...

e lo faranno perchè gli elettori,che gli avevano conferito un mandato importante(il Grande Slam alle elezioni il Partito Repubblicano non lo realizzava nella notte elettorale da tipo 80 anni prima dell'anno scorso...),non stanno apprezzando il lavoro del partito

un anno fa(non 30...),alle elezioni Presidenziali in Alabama Hillary Clinton prendeva 729.000 voti,Trump 1300000...
trascinato da questo risultato,il Senatore Shelby veniva eletto con circa 1300000 voti contro i 740000 circa del candidato Democratico
si può considerare fisiologico il calo del numero dei votanti rispetto ad un'elezione generale...ma mentre i Dem eleggono Jones con 670000 voti,i Repubblicani DIMEZZANO il loro consenso scendendo a 650000...

ora,si può dare retta agli editorialisti di casa nostra(peraltro Loki cita Il Fatto Quotidiano,che in materia politica americana non ho mai criticato...anzi sempre stato tra i giornali per me migliori nell'analisi della situazione)...che certamente a differenza mia non giudicano affatto per tifo,partito preso o convinzioni personali sul Presidente in carica(risate),oppure si può analizzare quello che è successo

a mio modo di vedere(giusto,sbagliato...lo vedremo...),è abbastanza superficiale trattare un risultato del genere unicamente come sconfitta di un personaggio che nell'anno precedente trascinava il Partito a prendere il doppio dei voti,spendendosi in campagna elettorale(a differenza di stavolta,ovviamente,dove può dare indicazioni ma non fare campagna attiva)...
e cominciare,invece,a trattare il tema di un elettorato deluso da un Partito che predica benissimo in campagna elettorale e razzola male una volta al Governo,a cominciare dalla maniera in cui hanno affossato il tentativo di Trump di abolire Obamacare,che è uno degli argomenti più sentiti nell'elettorato(tanto che i candidati Repubblicani ci fanno le campagne elettorali da anni)

del resto non sarebbe una novità
che ci siano Presidenti più amati dal proprio elettorato rispetto all'effettiva azione del loro Partito è anche storia recente...
Clinton e Obama...due tra i Presidenti con più alto gradimento alla fine del mandato...persero(nel caso di Clinton anche malamente)le elezioni di medio termine prima della loro seconda elezione...per poi venir rieletti comodi alle Presidenziali successive


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 13:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 10:58
Messaggi: 6068
alfonsino ha scritto:
Pareri sull'addio alla net neutrality in quel di Washington?


Tutti d'accordo che sia un abominio?! Ci sono sempre i difensori di Trump e del fatto che non si tanto peggio di Obama??

_________________
14-4-2015...And now I found my dream, porca puttana! Benvenuta Aria.

Alphonso Ford (31/10/1971 - 4/9/2004) The G.O.A.T.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 13:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 13:58
Messaggi: 23380
no, trump geniale anche qui.
comunque il partito era già in declino.
tutte le attenuanti per l'ennesima puttanata.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 13:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 13:58
Messaggi: 23380
Rasheed ha scritto:
Sono andato a dormire ieri sera... :asd:
Comunque,devo un post a Zar...

la mia idea...che può essere tranquillamente sbagliata,non faccio fatica ad ammetterlo con chi non blobba tanto per pigliare per il culo(cfr.tanti...)o ti accusa di avere opinioni per partito preso(cfr.Loki,ma vabbè...)...tanto per fare esempi,ho riconosciuto a Zero il giorno dopo l'elezione di Trump che ci aveva preso più di tutti noi da mesi prima che andassero al voto...non è minimamente un problema
anche tu Zar hai idee diversissime dalle mie,qua sopra si discute sempre tranquillamente

Trump,come detto,ha avuto sul Partito Repubblicano l'effetto del risultato ai Mondiali 2002 della Nazionale Tedesca:polvere sotto al tappetto...
la Nazionale era in difficoltà e un grande risultato(come l'elezione di Trump)in una competizione con avversario attaccabile e molto debole(Hillary come il field delle avversarie tedesche nel 2002,quando per vari motivi le vere favorite non arrivarono oltre i Quarti tolto il Brasile)non fece che rimandare la crisi di un movimento che era già in atto da anni...ma che per loro fortuna avevano già cominciato ad affrontare(al contrario del Partito Repubblicano)

Trump ha scalato da esterno un partito che non riesce più a produrre classe dirigente di un certo livello...riprova ne è il fatto che i due precedenti candidati contro Obama erano stati McCain e Romney,ovvero due candidati che si erano mostrati tutt'altro che forti in precedenti elezioni primarie ma che erano venuti fuori per la totale assenza di nuovi avversari credibili da opporgli...
tanto per dire,l'esatto opposto di Reagan,che quando non aveva vinto le primarie si era comunque imposto con forza come il futuro del Partito(e infatti...)
in questo contesto,non ci si può aspettare che a livello politico producano risultati eccezionali...è da quando hanno affossato Trump nel tentativo di abolizione della Riforma Sanitaria che anche a livello parlamentare non ne azzeccano una...
è circa un anno(forse di più)che,come detto,scrivo che perderanno le elezioni di mediotermine...

e lo faranno perchè gli elettori,che gli avevano conferito un mandato importante(il Grande Slam alle elezioni il Partito Repubblicano non lo realizzava nella notte elettorale da tipo 80 anni prima dell'anno scorso...),non stanno apprezzando il lavoro del partito

un anno fa(non 30...),alle elezioni Presidenziali in Alabama Hillary Clinton prendeva 729.000 voti,Trump 1300000...
trascinato da questo risultato,il Senatore Shelby veniva eletto con circa 1300000 voti contro i 740000 circa del candidato Democratico
si può considerare fisiologico il calo del numero dei votanti rispetto ad un'elezione generale...ma mentre i Dem eleggono Jones con 670000 voti,i Repubblicani DIMEZZANO il loro consenso scendendo a 650000...

ora,si può dare retta agli editorialisti di casa nostra(peraltro Loki cita Il Fatto Quotidiano,che in materia politica americana non ho mai criticato...anzi sempre stato tra i giornali per me migliori nell'analisi della situazione)...che certamente a differenza mia non giudicano affatto per tifo,partito preso o convinzioni personali sul Presidente in carica(risate),oppure si può analizzare quello che è successo

a mio modo di vedere(giusto,sbagliato...lo vedremo...),è abbastanza superficiale trattare un risultato del genere unicamente come sconfitta di un personaggio che nell'anno precedente trascinava il Partito a prendere il doppio dei voti,spendendosi in campagna elettorale(a differenza di stavolta,ovviamente,dove può dare indicazioni ma non fare campagna attiva)...
e cominciare,invece,a trattare il tema di un elettorato deluso da un Partito che predica benissimo in campagna elettorale e razzola male una volta al Governo,a cominciare dalla maniera in cui hanno affossato il tentativo di Trump di abolire Obamacare,che è uno degli argomenti più sentiti nell'elettorato(tanto che i candidati Repubblicani ci fanno le campagne elettorali da anni)

del resto non sarebbe una novità
che ci siano Presidenti più amati dal proprio elettorato rispetto all'effettiva azione del loro Partito è anche storia recente...
Clinton e Obama...due tra i Presidenti con più alto gradimento alla fine del mandato...persero(nel caso di Clinton anche malamente)le elezioni di medio termine prima della loro seconda elezione...per poi venir rieletti comodi alle Presidenziali successive


non è una sconfitta di un personaggio, è la sconfitta del leader oggettivo di un partito, nel senso di esponente più potente e importante.
chiunque sia, in qualunque caso.

dire che il presidente degli usa repubblicano non è sconfitto quando perde il partito repubblicano per me è pura follia.
vale anche all'opposto.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 13:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 10:58
Messaggi: 6068
Loki ha scritto:
no, trump geniale anche qui.
comunque il partito era già in declino.
tutte le attenuanti per l'ennesima puttanata.


Seriamente vorrei sapere dove sarebbe il lato positivo nell'abolizione della Net Neutrality. O anche qui non è come sembra, i media democratici stanno facendo tanto rumore per nulla, Viva viva Donaldino etc etc...?

_________________
14-4-2015...And now I found my dream, porca puttana! Benvenuta Aria.

Alphonso Ford (31/10/1971 - 4/9/2004) The G.O.A.T.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 13:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 13:58
Messaggi: 23380
seriamente, mi pare sempre più un paese che evidenzia le disuguaglianze.
mi scuso per la pessima ironia precedente che non aiuta il discorso


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 13:24 
Connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 37452
il sarcasmo di Loki...LOL

comunque,per le critiche ad Obama...siam sempre presenti...

ah...i "difensori di Trump"...hanno anche provato a spiegare i motivi(più profondi di quelli che uscivano fuori in certi dibattiti TV)per cui Trump è stato eletto...
che chiaramente non sono questi...visto che già in passato i Repubblicani non si erano dimostrati a favore della Net Neutrality...e non mi pare avessero guadagnato o perso consenso con questo...

sulla norma nello specifico...se quel che si legge è vero è una puttanata...

l'UE tanto criticata(spesso giustamente)per la questione nello specifico ha ottima regolamentazione


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 13:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 13:58
Messaggi: 23380
c'è da dire che tu, sulle risposte sarcastiche del cazzo, non dovresti lamentarti. ;)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 13:26 
Connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 37452
Loki ha scritto:
non è una sconfitta di un personaggio, è la sconfitta del leader oggettivo di un partito, nel senso di esponente più potente e importante.
chiunque sia, in qualunque caso.

dire che il presidente degli usa repubblicano non è sconfitto quando perde il partito repubblicano per me è pura follia.
vale anche all'opposto.


il loro sistema è un filo diverso...
ma in generale,percepiscono l'elezione presidenziale diversa...

mi ci metto in mezzo,peraltro...
sopravvalutai i tanti voti persi dai democratici nelle midterm di Obama...che poi rivinse comodo contro Romney


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 13:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 13:58
Messaggi: 23380
Rasheed ha scritto:
Loki ha scritto:
non è una sconfitta di un personaggio, è la sconfitta del leader oggettivo di un partito, nel senso di esponente più potente e importante.
chiunque sia, in qualunque caso.

dire che il presidente degli usa repubblicano non è sconfitto quando perde il partito repubblicano per me è pura follia.
vale anche all'opposto.


il loro sistema è un filo diverso...
ma in generale,percepiscono l'elezione presidenziale diversa...

mi ci metto in mezzo,peraltro...
sopravvalutai i tanti voti persi dai democratici nelle midterm di Obama...che poi rivinse comodo contro Romney


aldilà del sistema.
non si può separare la figura di spicco dal risultato.
e ripeto, non è una questione di trump. so come funziona, so che ci sono dei distinguo, ma non si può "immunizzare" i risultati del partito da una valutazione del suo presidente.

intendiamoci poi, dico una cosa separata dal concetto che cercavo di esprimere nelle risposte precedenti: ma un trump col 60% dei consensi non avrebbe influito per nulla su quell'elezione? zero proprio?


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 13:45 
Connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 37452
avrebbe certamente influito...
il problema è che per una serie di ragioni,non ho ricordi di Presidenti col 60% di gradimento dopo pochi mesi/anni dall'inizio primo mandato...

e non a caso ho fatto due esempi di personaggi con consenso che va oltre la politica...tra i più alti che si registrano tra i Presidenti a fine mandato...che hanno perso elezioni di mediotermine...

personalmente,ritengo più pesante la sconfitta di Trump alle Primarie interne al partito nell'Alabama...dove lui appoggiava Luther Strange,poi sconfitto...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 13:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 10:58
Messaggi: 6068
Rasheed ha scritto:
il sarcasmo di Loki...LOL

comunque,per le critiche ad Obama...siam sempre presenti...

ah...i "difensori di Trump"...hanno anche provato a spiegare i motivi(più profondi di quelli che uscivano fuori in certi dibattiti TV)per cui Trump è stato eletto...
che chiaramente non sono questi
...visto che già in passato i Repubblicani non si erano dimostrati a favore della Net Neutrality...e non mi pare avessero guadagnato o perso consenso con questo...

sulla norma nello specifico...se quel che si legge è vero è una puttanata...

l'UE tanto criticata(spesso giustamente)per la questione nello specifico ha ottima regolamentazione


So benissimo che Trump è stato eletto perché sostanzialmente non era la Clinton, e mi sta anche bene, riconosco da solo che la scelta dei Democratici di candidare lei è stata suicida. Però ora negli USA si ritrovano con una riforma fiscale che beneficia per lo più l'1% della popolazione, con la net neutrality abolita e un corrente di razzismo e xenofobia che si sente quasi legittimata. I motivi che hanno portato alla elezione di Donnie saranno anche altri ma i risultati sono terrificanti. L'ironia di tutto è che molti di questi provvedimenti si stanno ritorcendo contro l'uomo della strada che invece invocava Trump come cambiamento e stanno favorendo le grandi corporazioni.

Io continuo a non capire come si possa anche solo pensare di sostenere un'amministrazione del genere. E so benissimo che molti repubblicani sono contro Trump dall'inizio, il mio attacco non è contro loro intesi come partito ma contro Trump e la sua amministrazione

_________________
14-4-2015...And now I found my dream, porca puttana! Benvenuta Aria.

Alphonso Ford (31/10/1971 - 4/9/2004) The G.O.A.T.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 13:56 
Connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 37452
Trump ha perso il voto popolare...
ha vinto negli Swing States stravincendo nella classe media dove gli argomenti della Net Neutrality,del Clima o di altri temi cari ai progressisti interessavano il giusto...cioè molto poco...
interessava altro...promesse non mantenute sulla possibile crescita del ceto medio(fermo da oltre 30 anni)tanto dai Democratici,quanto dai Repubblicani(chi ci legge voto Repubblicano,infatti,sbaglia analisi...come l'ha sbagliata dall'inizio della discesa in campo di Trump)

se non manterrà quanto promesso andrà a casa...pochi Presidenti non hanno fatto il secondo mandato ed erano tutti deboli a livello di immagine come Trump...

sulla Riforma fiscale,però,una cosa la dico...
tu la vedi "da sinistra",per così dire...ci sono fior di opinioni(ovviamente "di destra",ne ho lette ad esempio da parte di consiglieri economici di ex Presidenti...)che sono tutt'altro che contrari al taglio delle tasse deciso da Trump...

come sempre,sono cose da valutare come minimo del medio-termine...

ma che sia un riforma sbagliata "di principio",è appunto materia ideologica...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 15:35 
Non connesso

Iscritto il: 04/10/2011, 13:51
Messaggi: 3198
Rasheed ha scritto:
ma che sia un riforma sbagliata "di principio",è appunto materia ideologica...


a livello macro sicuramente, però il redneck del midwest che ha votato Trump si prenderà un palo in culo (come con l'abolizione di Obamacare), pochissimi dubbi in merito...
Ma ognuno è responsabile delle sue scelte e del suo voto...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 15:47 
Connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 37452
Però il redneck del Midwest vota quasi sempre Repubblicano a prescindere dal candidato...
che si chiami Reagan,Bush o che Trump sia il candidato di partito...
è come il democratico tipico di New York City...per cui Clinton=Dukakis=McGovern

se invece parliamo dei blue collar del Michigan,dell'Ohio o della Pennsylvania concordo


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 16:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 10:58
Messaggi: 6068
kb8 the best ha scritto:
Rasheed ha scritto:
ma che sia un riforma sbagliata "di principio",è appunto materia ideologica...


a livello macro sicuramente, però il redneck del midwest che ha votato Trump si prenderà un palo in culo (come con l'abolizione di Obamacare), pochissimi dubbi in merito...
Ma ognuno è responsabile delle sue scelte e del suo voto...


Esattamente il mio punto...reneck o blue collar che sia.

_________________
14-4-2015...And now I found my dream, porca puttana! Benvenuta Aria.

Alphonso Ford (31/10/1971 - 4/9/2004) The G.O.A.T.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 16:39 
Non connesso

Iscritto il: 04/10/2011, 13:51
Messaggi: 3198
sì il blue collar sicuramente è più adatto come esempio ma il senso è quello...
Come diceva non mi ricordo chi in quegli stati hanno preferito chi prometteva di mantenere aperte le fabbriche in futuro rispetto a chi gliele ha mantenute aperte nel presente (magari senza visione a medio-ungo termine per carità)...
Che si godano i risultati...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 18:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 21:00
Messaggi: 28706
Località: Roma
kb8 the best ha scritto:
Rasheed ha scritto:
ma che sia un riforma sbagliata "di principio",è appunto materia ideologica...


a livello macro sicuramente, però il redneck del midwest che ha votato Trump si prenderà un palo in culo (come con l'abolizione di Obamacare), pochissimi dubbi in merito...
Ma ognuno è responsabile delle sue scelte e del suo voto...


sarei d'accordo, ma ormai è zompato tutto. qua da noi abbiamo personaggi che scrivono articoli sulla "flat tax di sinistra"... penso che le marcature siano belle che saltate.

_________________
Like most liberals, I will do anything for the working classes, anything - apart from mix with them.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 18:11 
Non connesso

Iscritto il: 04/10/2011, 13:51
Messaggi: 3198
per me non è questione di dx-sx su cui sono saltate da tempo le marcature (ormai i distinguo sono global-no global piuttosto che pro/contro UE, il tutto all'interno di alcune manovre che DEVI fare e che ti sono imposte dal mondo globalizzato e dalla demografia occidentale, che ti piaccia o meno)...
è questione di votare come uomo del popolo e del cambiamente un miliardario che non si può neanche definire vicino all'establishment ma che è l'establishment e aspettarsi che faccia riforme a favore dei blue collar contro quello stesso establishment (il fatto che sia un conclamato imbecille è secondario in questo discorso)...
Se poi lo fai perchè "va bene tutto tranne la Clinton" (che non amo ndr) ti meriti che ti torni tutto in culo... e se lo fai per ignoranza pure...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Politica estera
MessaggioInviato: 15/12/2017, 18:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 10:58
Messaggi: 6068
kb8 the best ha scritto:
per me non è questione di dx-sx su cui sono saltate da tempo le marcature (ormai i distinguo sono global-no global piuttosto che pro/contro UE, il tutto all'interno di alcune manovre che DEVI fare e che ti sono imposte dal mondo globalizzato e dalla demografia occidentale, che ti piaccia o meno)...
è questione di votare come uomo del popolo e del cambiamente un miliardario che non si può neanche definire vicino all'establishment ma che è l'establishment e aspettarsi che faccia riforme a favore dei blue collar contro quello stesso establishment (il fatto che sia un conclamato imbecille è secondario in questo discorso)...
Se poi lo fai perchè "va bene tutto tranne la Clinton" (che non amo ndr) ti meriti che ti torni tutto in culo... e se lo fai per ignoranza pure...


:gia:

_________________
14-4-2015...And now I found my dream, porca puttana! Benvenuta Aria.

Alphonso Ford (31/10/1971 - 4/9/2004) The G.O.A.T.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3134 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 152, 153, 154, 155, 156, 157  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010