Forum Basket

repubblica delle banane
Oggi è 23/06/2018, 6:00

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 122 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 16/10/2017, 9:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 21:00
Messaggi: 29183
Località: Roma
Quanto ci hanno aperto gli occhi questi ultimi anni.

_________________
Like most liberals, I will do anything for the working classes, anything - apart from mix with them.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 16/10/2017, 9:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 06/10/2011, 17:48
Messaggi: 1880
mentre la Giovannona Maglie era già più sul pezzo l'8 ottobre


Vi serve un clown assassino, vi mancava un pagliaccio in grado di fare le persone a pezzi senza cambiare il ghigno impresso sulla maschera? Eccolo servito,e ti pareva che non avesse la faccia di Donald Trump, nuovo grande ispiratore di Hollywood a corto di autorato, il clown, il pagliaccio, come lo avevano liquidato i commentatori sapienti e famosi che non capiscono mai niente agli inizi della campagna elettorale, salvo poi trasformarlo nel mostro che fa più paura degli assassini veri, un po’ come a suo tempo fu per Margaret Thatcher o in Italia per Silvio Berlusconi.
E’ American Horror Story serie cult, settima stagione, da questa sera alle 21:00 su Fox TV, io mi sono guardata già la prima puntata, e sarà che sono una reazionaria o sarà che a volte la concomitanza degli eventi è felice, per tutto il tempo mi sono detta che magari nelle prossime puntate quel branco di miliardari ipocriti liberal, che occupa Hollywood e dintorni, all'elenco dei mostri che abitano il nostro mondo di paura possono aggiungere il loro amico e padrone Harvey Weinstein, padrone di Miramax, del quale dopo decenni sono venute fuori soprusi, malefatte, ricatti, stupri.
Naturalmente tutti sapevano e tutti zitti, nel Paese del politically correct, dove se qualcuno apre una porta a una donna lo accusano di sessismo, dove anche ieri Michelle Obama, ex first lady tanto rimpianta a Hollywood, ha detto che qualsiasi donna che non abbia votato per Hillary Clinton ha perso il diritto alla propria voce. Harvey Weinstein grande patron e finanziatore di Obama e Clinton, nel cui megagalattico Studio la figlia di Michelle e Barack sta facendo uno stage, la voce delle donne la ascoltava, ma non doveva essere un no, o non avrebbero più lavorato. Che paura, vero?
Ma per Ryan Murphy, il creatore della serie American horror story (lo stesso di Glee, Feud e moltissimi altri programmi di successo della tv made in Usa), uno che nel suddetto ambientino di Hollywood ci vive, l’orrore è il nuovo Presidente, e si capisce che senza il suo avvento non avrebbero avuto ragione di esistere neanche i protagonisti horror della settima stagione, ovvero una misteriosa setta guidata da un pazzo criminale.
Non è uno scherzo, Murphy crede davvero che le fobie moderne e gli incubi pulp che gli piace raccontare questa volta possono trovare giustificazione in un certo modo di fare politica, che siano collegabili a Trump, e lo teorizza:
«Il nostro è un discorso più ampio. Raccontiamo di qualcuno che ha la capacità di puntare al cielo un dito, capire immediatamente da che parte soffia il vento e usare questa capacità per prendere il potere, qualcuno cioè che sa usare la vulnerabilità della gente, le paure della massa, per ottenere il suo scopo». Come vedete, non solo in Europa, anche negli Stati Uniti alle elites di ogni tipo e genere la puzza del popolo è diventata insopportabile.
È la sera dell'8 novembre, siamo non per caso in Michigan, stato tradizionalmente Democratico fino al 2016, e la protagonista Ally Mayfair-Richards (Sarah Paulson, l’attrice feticcio di Murphy, Golden Globe ed Emmy per American Crime Story), una che matta si capisce è sempre stata, ma ora abbiamo trovato la giustificazione, guarda attonita lo schermo Tv.
Trump ha vinto, e lei si è persino consentita il lusso di votare per la verde Jill Stein perché giustamente di Hillary non si fidava, ma ora si sente in colpa, lei e la sua compagna pensano seriamente di essere in pericolo, di perdere il riconoscimento giuridico del matrimonio e l’affido del figlio, un biondino occhialuto e strano col gusto dei clown e del sangue, che costituiscono invece la principale fobia di mamma’, che si chiede “le mie mamme saranno ancora la mia famiglia?”.
Giuro che non è una scena comica, mica siamo a Saturday Night Live, qui si tenta di suscitare vera ansia e paura, cito ancora una volta l'autore.
“Trump parla alla pancia delle persone. Lo abbiamo fatto anche noi, mettendo in scena la paura, penso che sia un gioco ad armi pari, dunque. Sono un democratico da molto tempo e quindi so di essere di parte, ho dato ai miei personaggi opinioni politiche precise e diverse ma quello che vorrei che passasse è un messaggio più ampio, sulla pericolosità di una società divisiva". Eccola la parolina magica, di-vi-si-va, ne sentivo la mancanza.
In un'altra casa, atmosfera cupissima, lo squilibrato Kai Anderson ha una reazione opposta alla notizia, ulula di gioia, urla USA USA e Freedom, libertà, noti slogan terroristici, fa sesso con il televisore, urla che “la rivoluzione è iniziata”. Essendo il capo di una setta di criminali che terrorizza le comunità della zona, ora si sente in uno stato di totale impunità e potere. È xenofobo e razzista, Trump è il suo profeta.
Da quel momento è tutto un disastro pieno di sangue e di mostruosi pagliacci scatenati con bastoni e coltelli. La poveretta non riesce più a lavorare, il suo analista le prescrive inutilmente delle pastiglie che lei non prende, non riesce neanche a fare la spesa al supermercato senza sentirsi circondata da clown nemici, la fedele compagna non la sopporta più anche perché il loro ristorante rischia di andare in bancarotta tanto più che lei vede dita e sangue in ogni piatto anche vegano, il folle capo setta invia nella casa delle due sciagurate una tata sua adetpa, perché plagiata dopo essere stata una militante volontaria della campagna Clinton, in sostituzione di quella storica che è naturalmente stata costretta a tornare in Guatemala per colpa della politica di Trump, nella casa dei dirimpettai si consuma il primo terribile delitto a opera dei clown, che questa volta non sono un parto della fantasia malata di Ally.
Fine della prima puntata, continua. L'anno scorso c'erano 6 milioni negli Stati Uniti di fedeli telespettatori, quest'anno la Fox è pronta a prendersi il rinculo di quelli che per Trump hanno votato, ma lo fa volentieri perché si sente a capo di una crociata evidentemente visto che comunica che la settima stagione di American horror story serve a sapere se “Sono più spaventosi dei mostruosi clown assassini o un Presidente - di fatto l’uomo più potente del mondo - con idee discutibili? Una cosa, finalmente, è certa: American Horror Story ha intenzione di rispondere a questa eterna domanda”.
Se invece vi scappa da ridere perché è veramente un'operazione ridicola, come è successo a me, se i contorcimenti psicotici della protagonista vi procurano un senso di straniamento, all'eterna domanda avrete risposta un'altra volta.
Magari riflettete sulla potere e sulla potenza del potere che fa paura rivedendovi la storia di uno che, come scrive il New York Times che pure lo sta massacrando e ha tirato fuori l'intera storia, ha definito la cultura popolare, ha collezionato 6 Oscar per il miglior film come “Sex Lies, and Videotape,” “Pulp Fiction” and “Good Will Hunting” o television show come “Project Runway.”; uno che si è sempre presentato e ostentato come un eroe liberal, un campione delle donne, un vincitore non solo di premi legati all'attività cinematografica ma soprattutto umanitaria. Nel 2015, che è poi l'anno in cui la sua principale accusatrice ha preparato un memoriale pieno di storie squallide, date, ricatti, la Miramax ha distribuito un documentario diventato famoso sulle violenze sessuali nei campus universitari, “The Hunting Ground” .
Finanziamenti e party di raccolta fondi per la Clinton sia a Los Angeles che a Manhattan non si contano, così come fu per Barack Obama, prima ancora per Al Gore, e per Bill Clinton. La figlia di Barack Obama, Malia, lavorava per Miramax, e siccome la gratitudine è cosa buona e giusta, Anita Dunn, avvocato e consigliere strettissimo degli Obama, ha seguito il vecchio amico per consigliarlo prima che scoppiasse lo scandalo che oggi mette fine alla lunga leonina carriera di Weinstein.
Mi riservo di raccontarvi nei dettagli le avventure dell'eroe democratico Weinstein di Hollywood. Così, per mettervi un po' di paura.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 16/10/2017, 11:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/10/2011, 12:22
Messaggi: 2493
Zero ha scritto:
Tobias link?

http://thehill.com/blogs/blog-briefing- ... al-assault

_________________
"You know the story of General Custer talkin to a geordie private, sayin -hear..they have war drums- and the private went -thieves bastards.-"
Never high-five a rabbi

dok zivim klicacu njemu
volim te Partizane


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 16/10/2017, 12:08 
Non connesso

Iscritto il: 20/06/2013, 19:11
Messaggi: 1023
Frau Blücher ha scritto:
no, quello era un testicolo. e non era una roulotte

Ahahahahahahahahahahahaha


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 16/10/2017, 13:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 10:53
Messaggi: 21617
Tobias ha scritto:


Il benaltrismo :tantammore:

_________________
Benim adım Ebruli.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 16/10/2017, 13:05 
Non connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 39639
IsaiaPanduri ha scritto:
Quanto ci hanno aperto gli occhi questi ultimi anni.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 17/10/2017, 13:26 
Non connesso

Iscritto il: 07/10/2011, 11:20
Messaggi: 6193
Ecco, questa è la riflessione che costeggia il caso Weinstein:

http://blog.ilgiornale.it/bassi/2017/10 ... a-i-sessi/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 17/10/2017, 13:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 07/09/2015, 22:25
Messaggi: 7095
Encolpio ha scritto:
Ecco, questa è la riflessione che costeggia il caso Weinstein:

http://blog.ilgiornale.it/bassi/2017/10 ... a-i-sessi/


cazzo ho appena mangiato, non posso aprire il link.....

_________________
- "Crowds don't think. They react"
- Anyone who stops learning is old, whether at twenty or eighty. Anyone who keeps learning stays young.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 17/10/2017, 13:35 
Non connesso

Iscritto il: 07/10/2011, 11:20
Messaggi: 6193
Lo trovo prudente. Puoi metterti una banana nel culo e andare a fare un riposino.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 18/10/2017, 14:47 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 21:00
Messaggi: 29183
Località: Roma
all'improvviso il Genio

Cita:
Flavia vento‏ @Flaviaventosole 16 min16 minuti fa

Ho conosciuto Harvey Westein a New York nel 99 con me non ci ha mai provato. Siamo andati anche al cinema a vedere stars wars!

_________________
Like most liberals, I will do anything for the working classes, anything - apart from mix with them.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 18/10/2017, 14:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 12:28
Messaggi: 16463
flaviona :hahaha:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 18/10/2017, 18:27 
Non connesso

Iscritto il: 07/10/2011, 11:20
Messaggi: 6193
http://www.massimofini.it/articoli/il-c ... icattatore


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 18/10/2017, 22:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 12:28
Messaggi: 16463
Quotabile.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 18/10/2017, 22:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 13:58
Messaggi: 24173
Quotabile se si dà per scontato che la donna debba essere una preda e l'uomo un cacciatore, come se non ci fossero altri mondi possibili. Le donne invece sembrano dirci che non lo è. Che si può voler fare la preda ma non lo si è a prescindere e che questa cosa riguarda la donna come l'uomo.
Provarci con una ragazza comunque non significa fare allusioni sessuali. Sarò scemo io, ma non ci provavo con una dicendole "hey bella, che corpo che hai", ma provavo ad attaccare bottone evitando di toccare il sesso come primo approccio.
Insomma, come sempre si fanno parallelismi errati, costruiti ad hoc per costruire tesi dubbie.
E che nessuno mi citi il corteggiamento nel mondo animale come motivo fondante di un comportamento analogo fra gli umani, perchè ho una lista di comportamenti normali per gli animali che per noi non lo sono MAI.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 18/10/2017, 22:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 10:53
Messaggi: 21617
sono d'accordo su quello che dice Loki. Ed in quello l'articolo non e' quotabile. Pero' nel resto da buoni spunti (la definizione di figa power).

_________________
Benim adım Ebruli.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 18/10/2017, 22:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 13:58
Messaggi: 24173
Massì, Fini dà spesso ottimi spunti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 20/10/2017, 15:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 12:15
Messaggi: 51538
http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/10 ... a/3920547/


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 31/10/2017, 12:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 10:53
Messaggi: 21617
anche Kevin Spacey accusato di molestie sessuali. E Netflix sospende House of Cards... mah

_________________
Benim adım Ebruli.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 31/10/2017, 12:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 03/10/2011, 10:41
Messaggi: 29138
Zero ha scritto:
anche Kevin Spacey accusato di molestie sessuali. E Netflix sospende House of Cards... mah

dovevi mettere in politically correct

_________________
Cita:
2. Amantino: El Shaarawy
3. Jackx82: Tevez


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Violenza sessuale
MessaggioInviato: 31/10/2017, 12:30 
Non connesso

Iscritto il: 03/10/2011, 19:31
Messaggi: 39639
chissà cosa dirà Meryl Streep ai prossimi Golden Globe


Top
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 122 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010